Omofobia, sabato le manifestazioni di Sentinelle in piedi e Arcigay

13 Marzo 2014

Screenshot - 10_03_2014 , 18_05_14

Sabato pomeriggio alle 17 in Piazza Cavalli si terrà la manifestazione silenziosa delle “Sentinelle in Piedi” per difendere la libertà di pensiero e di opinione, l’unicità del matrimonio tra un uomo e una donna, il diritto di ogni bambino ad avere un padre e una madre.

Le Sentinelle in Piedi sono un movimento apartitico e aconfessionale derivato dai Veilleurs Debout francesi, e vegliano sull’azione del governo, scendono in piazza stando in piedi, ferme e in silenzio. Talvolta leggono un libro quale simbolo di formazione. Non gridano slogan, non intonano canti, non portano segni distintivi.

In contrapposizione alla manifestazione delle “Sentinelle in piedi”, Arcigay Piacenza L’a.t.omo., Agedo Piacenza, Famiglie Arcobaleno e Amnesty International gruppo di Piacenza – che si “oppongono alla disinformazione che vuol far passare la legge come “liberticida” e che addirittura nega l’esistenza dell’omofobia”  – organizzano, sempre per sabato, una manifestazione, dalle 16.30 alle 18, presso l’incrocio fra il pubblico passeggio e corso Vittorio Emanuele II a sostengono della necessità di contrastare con una legge specifica omofobia e transfobia e a sostengono dell’introduzione di leggi che estendano a tutti i diritti in materia di unioni e famiglia, oggi garantiti solo alle persone eterosessuali.

Sentinelle in Piedi a Piacenza

Arcigay Piacenza

© Copyright 2021 Editoriale Libertà