L’assessore Cugini: “Il complesso di Santa Chiara presto restituito ai piacentini”

08 Aprile 2014

Il complesso di Santa Chiara

Il complesso di Santa Chiara sullo Stradone Farnese, di proprietà della Fondazione di Piacenza e Vigevano, dagli anni 70 aveva un vincolo ben preciso: poteva ospitare alloggi sociali a favore di donne in difficoltà. Una situazione che per tanti anni ha bloccato suoi utilizzi alternativi, chiudendo di fatto il grande edificio alla città.
Presto non sarà più così: il vincolo è stato trasferito a un palazzo sempre di proprietà della Fondazione, con 10 appartamenti nuovi a disposizione delle donne in difficoltà. Un’operazione di Comune, Asp, Fondazione di Piacenza e Vigevano che libera Santa Chiara, che dunque potrà essere utilizzato per qualsiasi altro scopo.

“E’ stato deliberato in giunta – ha spiegato l’assessore Stefano Cugini – un passaggio formale che in un colpo porta due grandi benefici alla città: presto disponibile una maggiore offerta domiciliare rivolta alle donne in stato di difficoltà; contemporaneamente si liberano gli spazi della struttura Santa Chiara sullo Stradone Farnese (complesso molto bello con una vasta area verde) che, in prospettiva, possono essere restituiti ai piacentini”.
Sulla destinazione finale il presidente della Fondazione, Francesco Scaravaggi, ancora non si espone ma si limita a riferire che sarà un progetto al servizio di tutta la comunità piacentina. Il primo passo potrebbe essere l’apertura al pubblico del grande giardino interno.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà