Nomofobia diffusa tra i giovanissimi. L’allarme dei pedagogisti

22 Maggio 2014

smartphone social network

Allarme “nomofobia”, da “no mobile”, anche a Piacenza: si tratta del desiderio incontrollabile di guardare il proprio profilo Facebook o di contattare l’amico su Whatsapp e, in tutto il territorio piacentino, potrebbe riguardare un quarto dei giovani, cioè 12.754 ragazzi e ragazze di età compresa tra i 10 e i 29 anni, spinti dal desiderio di essere sempre connessi. Secondo le ultime analisi condotte a livello nazionale, quasi la metà dei bambini e dei teenager tra i 10 e i 19 anni, rappresentati in città e provincia da 11.857 giovani sui 23.715 compresi in questa fascia di età, possiede uno smartphone. L’allarme è stato lanciato nel Piacentino dai centri educativi, condiviso dai presidi e dai pedagogisti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà