Il Pd agli iscritti: “Vietato parlare male del partito su Facebook”

14 Giugno 2014

Sede-provinciale-Pd-2

Gli iscritti del Pd di Piacenza non potranno criticare i vertici del partito su Facebook, sui giornali o in altri contesti pubblici. Pena il deferimento alla Commissione di garanzia, la quale poi prenderà gli opportuni provvedimenti, che possono arrivare sino alla espulsione.

E’ questo, in sintesi, il contenuto dell’articolo 29 del nuovo regolamento approvato dalla Direzione provinciale, che ha ripreso il documento regionale. “Gli iscritti al Partito democratico della Federazione Provinciale di Piacenza – si legge – debbono astenersi da commenti negativi e acostruttivi rivolti al Partito democratico stesso nella persona dei singoli segretari di circolo, di Unione di vallata, di Unioni d’area o del segretario provinciale tramite social network o altri mezzi di informazione telematica e/o mediatica in generale”. I democratici, nel caso vogliano proprio esternare il loro malumore, dovranno aver prima richiesto “idonea convocazione del circolo di riferimento e affrontato, in tale sede, le tematiche e gli argomenti che li pongono in conflitto con il partito stesso”.

ULTERIORI DETTAGLI SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà