Gioco d’azzardo: tentare la fortuna a Piacenza costa 300 milioni

10 Luglio 2014

slot machine

E’ molto alta la somma spesa dai piacentini nel gioco d’azzardo in un anno: 302 milioni e 100mila euro (stime Agipronews su dati Monopoli di Stato), finiti nel 2013 in lotterie, slot machine e giochi vari. L’equivalente di oltre 827mila euro al giorno, con una spesa pro capite pari a 1.358 euro annui, a cui andrebbero sommati i capitali “giocati” sui portali internet, esclusi dal conteggio.

Numeri da capogiro che attestano la dimensione del fenomeno sul territorio provinciale: ciò nonostante si tratta di un importo complessivo inferiore, rispetto a quello calcolato per l’anno precedente (-3,9%), quando i cittadini hanno consegnato al gioco d’azzardo 314milioni e 200mila euro. Come evidenziato dalla tabella elaborata da Agipronews, il lieve calo ha interessato quasi tutti i giochi, con percentuali più o meno significative, fatta eccezione per il Lotto, dove si sono riversati 34milioni di euro (+ 5,3% del 2012).

L’allarme azzardopatia, com’è stata ribattezzata la dipendenza dal gioco, resta elevato: gli ultimi dati diffusi dal Sert di Cortemaggiore, sottolineavano che in 12 mesi, l’aumento di richieste di cura da parte di piacentini era pari al 25%, in linea con il quadro nazionale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà