Turisti in calo nel Piacentino. Fiducia in Expo 2015

28 Luglio 2014

Turisti a Piacenza-800

Turismo in calo nel Piacentino. I dati sulle nostre strutture ricettive parlano di 200.271 arrivi nel 2013 a fronte degli oltre 236mila registrati nel 2012. Le presenze in totale sono state 451.185 con una permanenza media di poco più di 2 giorni. In controtendenza c’è la città di Piacenza, che, forse complice l’adunata nazionale degli alpini dello scorso anno, ha avuto un incremento di presenze.

I turisti sono per lo più italiani e provengono nella maggior parte dei casi dal Nord. In pole position ci sono Lombardia ed Emilia Romagna; seguono Lazio, Piemonte, Veneto e Toscana. Circa il 36% arriva invece dall’estero, in particolare da Francia e Germania. Interessante anche l’analisi dei contatti agli uffici IAT di informazione e accoglienza turistica che dopo aver sfiorato quota 20.000 nel 2011 sono scesi poco al di sopra dei 10.000 nel 2013. “Credo che il calo sia legato all’adunata durante la quale gli sportelli turistici si sono moltiplicati in più parti della città” ha spiegato l’assessore comunale Tiziana Albasi. Le utenze costituite dai turisti sono però aumentate considerevolmente, portandosi dal 52% del 2012 al 66% del 2013.

Secondo l’osservatorio statistico provinciale nel 2013 sono risultate funzionanti 347 strutture turistico e ricettive, delle quali 8 campeggi, per un totale di 8.791 posti letto. A Piacenza città invece le strutture registrate sono 56 con 1.757 posti letto. “Expo 2015 rappresenta un’occasione importante” ha commentato Albasi secondo la quale negli anni successivi al grande evento sarà fondamentale valutare attentamente come potenziare l’offerta del territorio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà