Piacenza

Il centrodestra attacca: “Piazza negata per i comizi, ma il Pd ci fa la festa”

8 agosto 2014

giovani in Piazza Cavalli-800

Piazza Cavalli ancora al centro dello scontro politico. Stavolta lo storico selciato non c’entra direttamente, perché ad accendere la polemica è l’autorizzazione comunale ottenuta dal Pd per realizzare la Festa dell’Unità 2014 all’ombra di Palazzo Gotico dal 29 agosto al 2 settembre. La giunta  ha anche concesso il proprio contributo, che si concretizza nella messa a disposizione di transenne e arredi. “Ma il Comune non spenderà un euro, è tutto a carico nostro, anche i costi indiretti”, precisa il segretario cittadino del Partito democratico, Paolo Sckokai. “L’idea ci è venuta guardando il successo della Festa del Cuore di Progetto Vita – aggiunge – una manifestazione che ha animato la piazza e il centro storico, nessuno si è lamentato, anzi è piaciuta a tutti”.

Parole che non bastano a placare il centrodestra: “Da mesi i comizi politici sono proibiti in piazza Cavalli – attacca Tommaso Foti di Fratelli d’Italia – con la scusa della tutela del selciato storico, che proprio il Comune di centrosinistra ha rovinato. Oggi, invece, ci si può mettere il “cubo tecnologico” e il Pd può farci la propria manifestazione. Non mi stupisco: un sindaco bollito e una giunta di “salami” non possono che sostenere una festa di cotechini e poco più”.
Gli fa eco il leghista Massimo Polledri: “Le nostre richieste, anche per un semplice appuntamento, si scontrano sempre con qualche problema, oggi scopriamo che ci si può fare una settimana di Festa dell’Unità. Io invito i pensionati piacentini tartassati da Renzi e da Dosi ad andare agli stand e chiedere da mangiare gratis, un piccolo risarcimento dei tanti soldi che in questi anni sono stati costretti a pagare”.
Critiche anche da Paolo Garetti di Sveglia: “Si crea un pericolosissimo precedente che darà il diritto a qualsiasi partito o movimento politico di occupare la piazza di tutti i piacentini per svolgere le proprie feste propagandistiche. Inoltre i problemi logistici, pratici e di conservazione dell’area sono gli stessi che troppo spesso sono stati sollevati per altre iniziative. Ma evidentemente al Pd tutto è permesso”.
Il vicesegretario regionale di Forza Italia, Fabio Callori, invita il sindaco Dosi a fare un passo indietro: “Ancora una volta il Partito democratico approfitta della vicinanza con l’amministrazione comunale e ottiene di utilizzare lo spazio di tanti a beneficio di pochi”.
Anche gli azzurri Andrea Pollastri e Maria Lucia Girometta auspicano “che la giunta si ravveda rispetto a questa delibera che riteniamo profondamente lacunosa e inopportuna”.

Festa Unità – Foti (Fdi-Alleanza Nazionale): “La Giunta revochi la delibera”

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE