Piacenza

Borgo Faxhall, maratona finita: via libera alla riqualificazione

10 novembre 2014

Borgofaxhall-800

Sono servite tre commissioni e sei sedute di consiglio per licenziare la delibera con la quale l’amministrazione comunale ha approvato il piano di riqualificazione dell’area adiacente alla galleria commerciale Borgo Faxhall. Un provvedimento molto discusso e approvato con i voti favorevoli della maggioranza e quello contrario di tutte le forze di opposizione, con la sola astensione di un esponente di Forza Italia.
“Si tratta di un passaggio epocale che caratterizzerà l’intero mandato”, ha detto il sindaco Dosi nel corso della seduta consiliare. Critiche dalla minoranza, che ha parlato di “dubbi circa l’incertezza dei valori economici nella proposta di scambio tra comune e privato”. Una delibera definita nelle migliori delle ipotesi “lacunosa”.
La soluzione approvata per riqualificare la grande area tra la stazione e via dei Pisoni si basa su una revisione degli impegni tra le parti sin qui non onorati: in sostanza l’immobiliare Coemi Property pagherà il suo debito cedendo al Comune 3.300 metri quadrati di locali sopra la galleria commerciale di borgo faxhall; Palazzo Mercanti si fa invece carico della realizzazione del terminal delle corriere e dei parcheggi pubblici e della riqualificazione degli spazi verdi, opere da finanziare tramite la vendita delle sedi comunali di via Verdi e via Scalabrini, i cui uffici verrebbero trasferiti negli spazi di Borgo Faxhall da acquisire.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE