De Micheli: “Invito a Piacenza per il presidente della Repubblica”

03 Febbraio 2015

de micheli pd

“Un discorso alto, di grande sensibilità democratica e sociale, capace di parlare a tutti gli italiani. E con tanti preziosi riferimenti alla nostra Costituzione, perché la garanzia più forte sta nella sua applicazione, nel viverla – come ha detto il Presidente della Repubblica – giorno per giorno”.

Lo afferma il sottosegretario all’Economia Paola De Micheli (Partito Democratico) che annuncia un’iniziativa per chiedere al più presto al Presidente Sergio Mattarella di venire a Piacenza. “Proporrò agli altri parlamentari piacentini – afferma – Pierluigi Bersani, Marco Bergonzi e Maurizio Migliavacca, di inviare insieme una lettera per invitare il Capo dello Stato a visitare la nostra città. In particolare chiederemo a Pierluigi Bersani, che è stato collega di governo di Mattarella e lo conosce personalmente, di farsi portatore del nostro invito”.

“Nel suo discorso di insediamento alla Camera dei Deputati – fa notare Paola De Micheli – il Presidente Mattarella ha trattato tanti temi reali che toccano da vicino la vita degli italiani, a partire dall’impegno a superare le difficoltà della crisi, e per evitare che le sue conseguenze si ripercuotano sul nostro patto sociale. Fondamentali i richiami alla Costituzione, alla Resistenza, al valore della legalità, al ruolo delle formazioni sociali per una piena partecipazione alla vita pubblica. Di grande rilevanza anche il riferimento alla necessità di cambiare, di continuare sulla strada delle riforme per migliorare la qualità della nostra democrazia”.

E infine l’appello al senso di comunità del nostro popolo “perché si senta davvero più libero e solidale. Alcuni dei principi, con i quali il Presidente della Repubblica ha voluto inaugurare il proprio settennato – prosegue il sottosegretario -, sono anche un incoraggiamento per tutti noi che operiamo nella sfera pubblica e al governo. L’incoraggiamento a proseguire con ancora maggiore determinazione nella direzione dell’unità e del bene comune per il nostro Paese. In questo primo discorso direi che abbiamo sentito il Presidente vicino a noi. Da cittadini – ha concluso De Micheli -, abbiamo sentito il Presidente nella nostra quotidianità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà