Masterchef, Striscia la Notizia: “Nicolò ha lavorato da Sadler”. Lui smentisce

04 Marzo 2015

masterchef,  nicolò prati

Nicolò Prati ha pubblicato un video sulla sua pagina pubblica di Facebook nel quale spiega: “Sono stato bocciato in quinta liceo e poi mi sono iscritto ad Agraria, come avrei potuto fare uno stage o essere assunto da Sadler, che a dire il vero non sapevo neanche avesse un ristorante a Milano. Esprimo rammarico per chi si è sentito tradito o deluso, hanno voluto rovinare una bella storia ma io garantisco di essere il ragazzo che avete visto da casa. Ora mi trovo in mezzo ad un assurdo polverone sollevato per fare scandalo”. Nicolò, in vista della finale di domani aggiunge: “Carichi come delle bestie, giovedì c’è la finale e andrà come andrà. Un bacione a tutti”. Anche Claudio Sadler ha pubblicato un post su Facebook nel quale scrive che il giovane cuoco non ha mai lavorato nel suo ristorante.

Notizia delle 12 – Le creazioni culinarie del 21enne di origini piacentine Nicolò Prati hanno incantato i giudici di Masterchef, il popolare talent di Sky, tanto da portarlo a concorrere per il titolo. La finale è in programma domani sera ma, a poche ore dalla messa in onda, Striscia la notizia ha rivelato che il giovane chef non sarebbe esattamente un cuoco dilettante come prevede il regolamento della trasmissione. Secondo il tg satirico, il giovane Nicolò avrebbe lavorato più di anno da Sadler, prestigioso ristorante milanese. L’inviato Max Laudadio ha atteso che Nicolò terminasse la sua serata al ristorante di Cracco, uno dei giudici della trasmissione Masterchef, dove il giovane lavora da poche settimane. Il diretto interessato ha smentito di aver lavorato da Sadler ma non ha voluto aggiungere altro nonostante l’inviato lo abbia seguito fino a casa. Nicolò per contratto non può parlare fino al termine della messa in onda della trasmissione, le cui registrazioni sono terminate otto mesi fa. Striscia la notizia ieri ha rivelato anche i nomi dei vincitori del talent culinario. Per rispetto agli appassionati che attendono la sorpresa di domani sera abbiamo scelto di non pubblicare la classifica.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà