L’horror del piacentino Gandolfi diventa internazionale: sarà tradotto in inglese

22 Aprile 2015

gandolfi

Un disc-jockey minacciato da una presenza eterea e inquietante che diventa reale. Una stazione radio, una tempesta che incombe, la mattanza finale. Tutto in una notte.
S’intitola “William killed the radio star”, il primo romanzo del piacentino Pietro Gandolfi. Un horror violento, citazionista, malato tanto da poter definire Gandolfi lo Stephen King piacentino. Trentasei anni, musicista, sceneggiatore e appassionato di horror, fumetti e metal, lo scrittore non ha paura di spingere sul piede dell’acceleratore quando si tratta di descrivere scene violente e pulp e grazie a questa formula, il romanzo ha già venduto migliaia di copie convincendo l’editore a preparare una traduzione in inglese per conquistare il mercato estero.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà