Teatro, mostre e start up: ecco la “nuova” chiesa del Carmine

09 Giugno 2015

carmine

Lo spostamento dei bus a piazzale Milano è stato il primo tassello. Il secondo passaggio della riqualificazione della zona nord del centro storico passa dalla sistemazione della chiesa del Carmine, che il Comune di Piacenza ha inserito nel Piano delle opere pubbliche 2015. Per il restauro sono stati stanziati 3,7 milioni di euro, il bando sarà pubblicato entro fine anno in modo da poter godere di un finanziamento regionale da 3 milioni. I lavori dovrebbero presumibilmente durare 24 mesi. Per fare cosa? “Per dare alla città uno spazio unico, che manca e che può essere suggestivo, funzionale e vissuto”, risponde l’assessore Giorgio Cisini. All’interno delle varie zone della chiesa troveranno posto una mediateca, uno spazio da 60 posti per la partecipazione urbana, 5 postazioni di lavoro per chi vuole lanciare la propria start up, caffetteria, negozio, uffici informativi. Ma soprattutto la parte centrale sarà polifunzionale: “Teatro, cinema, mostre e tutto ciò che può animare la struttura. Uno spazio pubblico in cui realizzare tutto ciò che in altri luoghi non si può fare per varie ragioni, rappresentando anche un biglietto da visita per la città e una porta verso il centro storico o Palazzo Farnese. Crediamo debba essere gestito da un privato che possa garantirne la sostenibilità economica, chi ha delle buone idee qui potrà metterle in scena”, conclude l’assessore.

il progetto della chieda del carmine

© Copyright 2021 Editoriale Libertà