Agenzie di viaggio: i piacentini annullano la Tunisia, ma non rinunciano alla Grecia

30 Giugno 2015

Agenzia viaggi

Il possibile default della Grecia non fa paura ai piacentini. “Per ora nessuno ha disdetto la vacanza nell’arcipelago del Mediterraneo – ha confermato ai microfoni di Telelibertà l’agente di viaggio Fiorella Fermi -. Anche perché il 95% dei nostri clienti ha prenotato nelle isole greche e non ad Atene dove forse ci saranno tensioni” continua Fermi. Contrariamente a quanto si possa pensare i prezzi dei pacchetti viaggio non si sono abbassati (la media si aggira sui 700 euro per una settimana a persona volo compreso). “Gli operatori turistici greci, già colpiti dalla crisi, devono guadagnare e non si possono permettere di abbassare ulteriormente i prezzi” conclude l’agente.

Tutt’altra storia la situazione delle vacanze in Tunisia. I pochi piacentini che avevano prenotato una vacanza nel paese africano hanno annullato tutto dopo gli attentati di tre giorni fa. Molti di loro avranno l’opzione di cambiare destinazione senza costi aggiuntivi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà