Le imprese piacentine sono in difficoltà, quelle straniere aumentano

31 Luglio 2015

IMG_3080.JPG

In controtendenza rispetto al complesso delle imprese piacentine, si registra una variazione positiva dello stock di imprese straniere. Tra il giugno del 2014 ed il giugno del 2015 l’incremento viene quantificato in 2,5 punti percentuali (pari a 75 unità in più). Lo stock si compone di 3.118 realtà, il che vuol dire che il 10,3% delle imprese piacentine rientra nella tipologia delle imprese straniere.
La novità è che, rispetto al passato, non sono più le imprese edili ad aumentare (anzi queste ultime decrescono di 20 unità) ma principalmente quelle dei servizi di alloggio e ristorazione (+26 imprese) e quelle degli altri servizi (riparazione computer e beni per la casa, servizi per le persone – +19 imprese).
Osservando il quadro generale se ne ricava comunque una movimentazione positiva in numerose sezioni; fanno eccezione le costruzioni già ricordate, le attività finanziarie ed assicurative ed i trasporti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà