Crescono i piacentini all’estero: molti giovani, quattro centenari

12 Febbraio 2016

australia

Sono 4.330 i piacentini iscritti all’Aire, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero. Erano 3.776 nel 2013. La crescita è costante, di anno in anno. Tra chi ha scelto di vivere al di fuori dei confini del Bel Paese, vi sono ancora ben 73 persone con più di 90 anni (quattro i centenari) e già un baby emigrato, nato nel 2016, è stato inserito nel registro dai genitori.

I giovani sono i più numerosi: un piccolo esercito di 742 italiani con valigia tra i 18 e i 30 anni compiuti. Più numerosi i maschi rispetto alle femmine: i primi sono infatti 2.296; le seconde 2.034. Tra di loro, tante storie: da quella di Riccardo Biasini, oggi in Tesla e residente a Polo Alto, in California, a Andrea Paraboschi, ingegnere che vive a Boston, o a Marcello Casaroli che vive tra la Francia e il Trentino. C’è anche chi ha scelto di tornare, dopo aver vissuto in Australia e in nuova Zelanda, come Marco Merli, per sei mesi gestore di un locale cittadino e per i restanti sei gestore di uno stabilimento balneare a San Benedetto del Tronto.

Ma tornare non è sempre facile: “Qui troppa burocrazia, in Australia in 24 ore avevo una casa” ha detto Merli.

Ampio servizio sul quotidiano Libertà oggi in edicola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà