Petrolio in crisi, Drillmec soffre: preoccupazione per i lavoratori

02 Marzo 2016

Drillmec

La grave crisi del mercato petrolifero colpisce anche una realtà piacentina d’eccellenza, come la Drillmec spa, società del gruppo Trevi, impegnata nella progettazione, costruzione e distribuzione di impianti di perforazione. Questo pomeriggio i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato i lavoratori della società con sede a Gariga di Podenzano per riferire del confronto avuto ieri con i vertici della Drillmec. “Il quadro disegnato dall’azienda è abbastanza difficile, a breve finiranno le commesse” – spiega Luigi Bernazzani della Cisl.

Giuseppe Cella, vice direttore di Confindustria, spiega che l’azienda, con circa 415 dipendenti a cui si aggiungono i somministrati, intende evitare soluzioni invasive, ricorrendo a tutti gli strumenti disponibili per tutelare i posti di lavoro. Per questo verranno valutati ammortizzatori come la cassa integrazione e i contratti di solidarietà, in attesa che il mercato si riprenda.
“La trattativa – ha dichiarato Bernazzani – proseguirà alla presenza dei quadri dirigenziali, dei sindacati e di Confindustria. L’obiettivo è quello di temporeggiare nella speranza che la situazione internazionale cambi. L’Oil & Gas è molto importante, occupa le principali aziende metalmeccaniche e manifatturiere piacentine”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà