Viaggio della memoria, da Praga a Terezìn. Un ghetto dove morirono 8mila bambini

12 Aprile 2016

Screenshot - 12_04_2016 , 19_39_25

Centoventi studenti e insegnanti, cinque formatori fra storici e sociologi, una città da scoprire e un ghetto che oggi è tornato a nuova vita ma che durante la guerra vide morire ottomila bambini. Il Viaggio della memoria 2016 organizzato dall’Isrec nei giorni scorsi è partito da Praga ed è approdato a Terezìn: a condurre i ragazzi di alcune scuole superiori della città e della provincia sono stati i formatori dell’associazione Deina guidata da Carlo Greppi e Carla Antonini dell’Isrec.

Diverse sono state le riflessioni suscitate dall’ex ghetto di Terezìn, del quale gli studenti hanno potuto visitare il museo, il krematorium è la piccola fortezza trasformato in carcere e vedere soprattutto la macchina della propaganda che proprio lì funzionò a pieno regime.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà