Piacenza

Confindustria, consiglio di fine anno con sorpresa: cresce l’edilizia

12 dicembre 2016

Screenshot - 12_12_2016 , 19_30_47

Dopo anni di grande sofferenza arrivano finalmente concreti segnali di ripresa per l’edilizia piacentina. Nel corso del consiglio di fine anno di Confindustria Piacenza sono emersi, un po’ a sorpresa, dati incoraggianti: “La massa salari del 2016, che dà il polso di quanto si è lavorato – ha spiegato il presidente della Scuola Edile, Filippo Cella – si attesterà a fine anno a 23 milioni di euro, contro i circa 21 del 2014-2015. Una crescita del 6-7% che riguarda anche gli occupati e che contiamo possa essere consolidata anche nel 2017”. Gli elementi di criticità restano, come ha sottolineato il caposezione Ance Matteo Raffi, “aggravati dal nuovo codice degli appalti che sicuramente non ci ha aiutato”.

In generale, il presidente di Confindustria Alberto Rota ha tracciato un bilancio moderatamente positivo: “Il 2016 non ha mantenuto fino in fondo le buone premesse dei primi mesi, ma settori come l’agroalimentare, i servizi, la logistica e la meccanica sono andati bene. Altri rallentano per situazioni che non possiamo controllare, basti pensare alla raccorderia che sconta un prezzo molto basso del petrolio a livello mondiale, su cui ovviamente non possiamo incidere”.

Screenshot - 12_12_2016 , 19_30_27

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE