“Liberare la città dai topi significa liberarla dalle tossine”. Il pifferaio magico Stefano Torre

01 Giugno 2017

Il pifferaio magico è tornato a incantare i topolini. Sulle orme del poeta Nello Vegezzi, il candidato sindaco Stefano Torre si è armato di flauto e ha percorso tutto corso Vittorio Emanuele fino ad arrivare in via Cavour seguito da un manipolo di topolini di carta e da alcuni suoi sostenitori.

“Liberare la città dai topi significa liberarla dalle tossine, come le “balle” dei politici, che Vegezzi aveva già intuito cinquant’anni fa” ha spiegato Torre, “rendergli omaggio è doveroso perché a questa città ha dato molto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà