“Giro per la città e ascolto la gente”. Sandra Ponzini punta a sanare le inefficienze

07 Giugno 2017

Ambiente, verde pubblico e degrado. Sono solo alcuni dei punti chiave della campagna elettorale di Sandra Ponzini, candidata alla poltrona di sindaco a Piacenza, e che con la sua bicicletta ha percorso la città per osservare quello che secondo lei non funziona e per raccogliere le lamentele e le proposte della gente.
Come l’area verde all’angolo tra corso Europa e via Conciliazione, dove circa due anni fa sono stati piantati gli alberi, poi morti per mancanza di irrigazione, e da qualche mese sostituiti con al tre piante che sembra stiano per fare la stessa fine delle precedenti.

Inefficienze che, secondo Ponzini, si registrano anche con le buche delle strade “che oltre ai danni fisici per le cadute producono anche rimborsi economici per il Comune” ha spiegato ai microfoni di Telelibertà, e al cimitero, dove una rampa mobile per carrozzine sarebbe inutilizzabile per mancanza del personale addetto.

Per contrastare il degrado Ponzini propone i patti di collaborazione, con i quali i cittadini vengono responsabilizzati con la loro opera a gestire il bene comune.

Attenzione anche agli animali, in particolare alle colonie feline della città.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà