Siccità, stato di crisi non ancora ufficiale LE FOTO DELLA DIGA ASCIUTTA

03 Luglio 2017

Le temperature più miti, qualche pioggia e le deroghe al deflusso minimo vitale hanno lievemente attenuato l’emergenza siccità sul territorio piacentino ma la situazione resta critica. Le dighe di Mignano e del Molato non hanno beneficiato delle piogge dei giorni scorsi e i livelli sono rimasti ai minimi.

“In Val d’Arda in particolare l’emergenza resta – specifica Marco Crotti, presidente di Coldiretti – servono interventi strutturali per evitare che si ripeta una situazione simile. Il problema non è solo per l’agricoltura ma riguarda anche il fronte idropotabile. L’auspicio è che i pozzi necessari possano essere creati al più presto”.
“Lo stato di crisi – spiega Fausto Zermani – presidente del Consorzio di bonifica – consente di velocizzare le pratiche. I progetti per la realizzazione dei pozzi sono pronti ma Arpae sta aspettando la pubblicazione del provvedimento da parte del Consiglio dei ministri dopodiché i tempi saranno piuttosto rapidi ma senza la pubblicazione siamo fermi. In questo momento stiamo cercando di contenere i danni e la sinergia tra tutte le istituzioni è fondamentale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà