Comune di Piacenza

Scuolabus, via alle iscrizioni. Ma chi è in arretrato non potrà salire

2 agosto 2017

Dal 7 agosto al 7 settembre per le famiglie sarà possibile iscrivere i propri figli al servizio di trasporto scolastico messo a disposizione dal Comune di Piacenza per gli allievi delle scuole dell’infanzia e primarie che risiedono al di fuori del centro storico e hanno difficoltà a raggiungere la sede scolastica con mezzi propri, a causa della distanza e degli orari di lavoro dei genitori.

Il servizio è garantito dal Comune, attraverso una ditta esterna, per le scuole primarie Carella, Vittorino da Feltre, Mucinasso, Alberoni, San Lazzaro, Caduti sul Lavoro e Don Minzoni e per le scuole dell’infanzia di Gerbido e Borghetto.

A una condizione: “L’ammissione al servizio è subordinata al saldo delle eventuali rette arretrate“, spiega chiaramente Palazzo Mercanti. Quindi le famiglie che non hanno ancora pagato i bollettini passati dovranno affrettarsi a sistemare la loro posizione, altrimenti i figli non potranno salire sul pulmino. Altra novità di quest’anno la possibilità di consegnare le domande anche a mano allo sportello Quic di viale Beverora 57.

L’abbonamento annuale per andata e ritorno costa 249,50 euro per la Primaria (sconto per più fratelli utenti del servizio: 212,10 ciascuno) e 281 euro per l’Infanzia.

TARIFFE, ESENZIONI E TUTTE LE INFORMAZIONI
LA NOTA DEL COMUNE DI PIACENZA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE