Arena Daturi

Carlo Sironi trionfa al Concorto con Valparaiso. Tutti i premiati

26 agosto 2017

20170827-074039.jpg

L’Asino d’Oro 2017 va al cortometraggio ‘Valparaiso’ del regista Carlo Sironi, “per la delicata rappresentazione del percorso intimo di una donna in una situazione complessa”. Trentaquattro anni, di Roma, Sironi è arrivato all’Arena Daturi di Piacenza per ritirare personalmente l’ambito premio che lo incorona vincitore della 16esima edizione del Concorto Film Festival.

Il Premio della Giuria (composta dalla regista d’animazioni russa Anna Budanova, dal regista italo-tedesco David Krippendorff, dal francese Laurent Crouzeix membro dell’organizzazione del Clermont-Ferrand Festival, dal critico italiano Massimo Lechi e dal tedesco Sven Schwarz, direttore organizzativo dell’Hamburg Short Film Festival) è stato assegnato a ‘Green Screen Gringo’ dell’olandese Douwe Dijkstra “per il creativo e giocoso approccio narrativo che trasforma una crisi politica in un caleidoscopico viaggio nel Brasile contemporaneo”.

La menzione speciale della giuria per il corto ‘About the birds and the bees’ di J.J. Vanhanen “perché è più difficile far ridere il pubblico che farlo piangere”. Lo stesso film conquista anche il Premio del pubblico.

Il Premio l’Onda, della giuria giovani (Alice Pintus, Davide Mandelli, Filippo Corsi, Flora Cavalli, Gzimalda Rruga, Lisa Bencivenga, Luca Fanti, Marco Zerbarini e Simone Schiavi), è stato assegnato al cortometraggio greco ‘Copa Loca’, firmato Christos Massalas.

Per il concorso ‘Borders’, organizzato da Concorto in collaborazione con Lago Film Fest, sui dieci cortometraggi in gara, la giuria (l’artista Claudia Losi, il docente Gianni D’Amo e il regista Tomàs Sheridan), ha premiato vincitore il documentario coreano ‘489 years’ di Hayoun Kwon.

Una menzione speciale è stata data al documentario svedese ‘Do not come to Europe’ di Pontus Joneström, Minna Lundberg e Hanna Pousette.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE