L'appello

Il Comune scrive a Governo e Regione: “Intervengano per le lettere di Verdi messe all’asta”

20 ottobre 2017

Il prossimo 26 ottobre Sotheby’s la metterà all’asta a Londra una collezione privata di materiale appartenuto al maestro Giuseppe Verdi, in particolare 36 lettere mai pubblicate che scrisse al librettista Salvatore Cammarana, uno dei suoi più stretti collaboratori, per discutere la composizione di Trovatore, Luisa Miller e altre opere.
Il Comune di Piacenza, per mano dell’assessore alla Cultura Massimo Polledri, attraverso una nota inviata al ministro per i Beni culturali Dario Franceschini, al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paola De Micheli e al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, ha avanzato una richiesta “di immediato intervento, affinché un patrimonio culturale italiano di rilevanza storica inestimabile non vada disperso, ma possa rimanere a disposizione della collettività”.

Nell’appello rivolto alle massime istituzioni dello Stato e delle terre d’origine di Verdi, si sottolinea la disponibilità dell’amministrazione comunale a “ospitare e valorizzare, mediante il proprio sistema museale, il capitale culturale verdiano quale patrimonio italiano e di Piacenza, in virtù dello stretto rapporto che lega il Maestro al territorio piacentino. Certo – conclude l’assessore Polledri – che si riconosca il valore culturale dei documenti che saranno messi all’asta a Londra, si auspica un interessamento immediato sulla questione”.

Della vicenda si sta peraltro occupando fattivamente pure il consigliere regionale Tommaso Foti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE