“I detenuti domandano perché”, lettere anche dal carcere delle Novate

28 Febbraio 2018

La Casa circondariale di Piacenza (assieme a quelle di Milano San Vittore e Pavia, la Casa di
reclusione di Bollate e l’Istituto penale per minorenni Beccaria di Milano) parteciperà a “I detenuti domandano perché”, l’iniziativa promossa da “L’Arte di vivere con lentezza onlus” e sostenuta da Mediobanca con la collaborazione di “Tempo di libri”, l’annuale manifestazione dedicata alla lettura che si terrà a Milano il marzo prossimo.
Le domande raccolte verranno veicolate verso gli autori prescelti in occasione di un calendario di incontri organizzati in collaborazione con “Tempo di libri” proprio all’interno delle cinque strutture carcerarie aderenti al programma.
Siamo tutti in cerca di risposte. Lo sono ancor più le persone detenute. Proprio per questo
scrivono spesso delle lettere per raccontarsi, ma soprattutto per avere risposte che non
riescono a darsi”, spiega dichiara Bruno Contigiani di “L’arte di vivere con lentezza onlus”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà