Spazio Rotative

Gran finale del Piacenza Jazz Fest: Ottanelli vince il premio Bettinardi

8 aprile 2019

Il sax-contraltista Giulio Ottanelli, 23 anni, da Firenze, è il “pupillo” del “Chicco Bettinardi 2019”. Ha vinto la più antica e rinomata sezione “A” – dedicata ai solisti – del concorso nazionale per jazzisti emergenti targato Piacenza Jazz Club. Secondo posto per il 24enne vibrafonista sardo Jordan Corda. È invece il quintetto dei Bright, da Mantova, ad avere avuto la meglio nella categoria “B” riservata ai gruppi davanti ai trevisani Travelling Notes. Per quanto riguarda infine la categoria “C” rivolta ai cantanti, a conquistare il primo posto è stata Clarissa Colucci, 24 anni, salentina di sangue e modenese acquisita; dietro di lei, Roberta Genna, 26 anni, originaria di Marsala e bolognese d’adozione.

Questi i risultati del concorso da sempre abbinato al Piacenza Jazz Fest, la cui XVI edizione si è conclusa ieri, 7 aprile, con il Gala di premiazione e fine festival ospitato come da tradizione allo Spazio Rotative, il teatro studio di Libertà e Telelibertà, luogo “amico” chiamato anche al battesimo di ogni edizione del festival diretto da Gianni Azzali: tutto, infatti, era partito lo scorso 24 febbraio proprio alle Rotative con il bellissimo concerto del chitarrista americano Bill Frisell, primo “gioiello” di una lunga serie.

Ai vincitori, come sempre, anche il “Premio Libertà” e la segnalazione del proprio nome sulle riviste nazionali di settore. Bella novità di quest’anno, i live painting estemporanei realizzati dagli studenti del “Cassinari” durante le esibizioni e all’inizio il “video racconto” in pillole dei momenti “off”, ulteriore riprova di un festival che vuole essere di tutti e per tutti.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE