Il caso

“Non gradite nei locali della mensa”. Tre cuoche impugnano il provvedimento: reintegrate

18 luglio 2019

Hanno lavorato per anni come cuoche della mensa di un ente pubblico cittadino. Dopodiché, improvvisamente, è giunto ai loro danni il divieto di accedere ai locali adibiti proprio a mensa. L’ente si è avvalso della cosiddetta clausola “di non gradimento” per comunicare che le lavoratrici non erano più ben accette. Il tribunale, dopo l’impaginazione del provvedimento delle tre lavoratrici, ha però ordinato all’ente il reintegro.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE