Venerdì 4 ottobre

Aspettando il Raduno: gli studenti cantano i brani della tradizione alpina

27 settembre 2019

I brani della tradizione alpina cantati e suonati dagli studenti: l’emozionante serata è in programma il 4 ottobre alle 21 nel prestigioso Salone degli Arazzi del Collegio Alberoni e vedrà protagonisti il coro del liceo Respighi e l’orchestra del liceo Gioia  Si tratta dell’ultimo appuntamento del calendario di iniziative denominate “Aspettando il Raduno” che ha preparato la città e la provincia alla mini adunata in programma il 19 e 20 ottobre.

“Per noi era importante riservare ai ragazzi una serata in vista del Raduno perché alle giovani generazioni che vogliamo trasferire i valori della nostra associazione, il nostro futuro passa attraverso di loro – spiega Gian Luca Gazzola, vicepresidente della Sezione alpini di Piacenza e referente dell’organizzazione –. L’auspicio è tanti piacentini possano partecipare alla serata per condividere con noi l’attesa del Raduno”.

A cantare i tradizionali brani alpini sarà il coro del liceo Respighi formato da una trentina di elementi. “Sorprendentemente da quanto si possa pensare, i più giovani amano affrontare i canti di questa tradizione. Abbiamo riscontrato molto entusiasmo nella preparazione, si sono inseriti anche ex alunni e docenti che hanno desiderato partecipare. Abbiamo preparato brani identificativi come Sul cappello, La Valsugana e la celeberrima Signore delle cime” ha spiegato Patrizia Datilini, direttrice del coro del Respighi. Gli studenti dello Scientifico leggeranno anche la lettera commovente lettera del giovane alpino vicentino Matteo Miotto deceduto in Afghanistan.

Una trentina anche gli studenti che compongono l’orchestra del liceo Gioia. “Abbiamo tanti nuovi elementi di prima che suonano uno strumento e si sono uniti alla nostra formazione – ha spiegato il direttore dell’orchestra Franco Marzaroli -. I ragazzi hanno accolto con interesse i brani proposti, alcuni rievocano la Prima Guerra Mondiale mentre altri sono molto popolari”. Agli studenti del Gioia è stata affidata la lettura de “Il paradiso di Cantore” dedicato a tutti gli alpini “andati avanti”.

Sono previsti inoltre gli interventi dei giovani alpini in armi piacentini e le premiazioni dei ragazzi che hanno partecipato al concorso per la selezione del logo del Raduno. La serata presentata dalla giornalista di Telelibertà Nicoletta Marenghi sarà a ingresso libero.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE