Presentata l'offerta culturale

Fiera del turismo di Rimini, Piacenza in vetrina per la prima volta

13 ottobre 2019


Il mondo del turismo è sbarcato a Rimini, dove mercoledì è iniziato il TTG Travel Experience, la fiera italiana di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica nel mondo.
Per la prima volta, anche Piacenza è presente all’evento riminese, nell’ambito del progetto Destinazione Turistica Emilia, la proposta culturale e turistica che ha unito l’Emilia occidentale sotto un unico brand promozionale e che in Romagna si è presentata con lo slogan “La cultura batte il tempo”, il claim in grado di sintetizzare l’offerta turistica dell’intero territorio e di introdurre il tema portante dell’intera brochure “20 ragioni per visitare Emilia nel 2020”, distribuita in lingua inglese e italiana durante i 3 giorni della fiera.

“Per Piacenza – sottolinea l’assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Piacenza, Jonathan Papamarenghi, presente alla conferenza stampa tenutasi al TTG con i rappresentanti di Destinazione Turistica Emilia e dei Comuni di Parma e Reggio-Emilia – è un’occasione straordinaria per promuovere le eccellenze del territorio. All’interno della cornice di Destinazione Turistica, una fantastica intuizione che ci ha permesso di esportare il nostro territorio fuori dai consueti confini e di aumentare significativamente, dati alla mano, la presenza turistica, Piacenza ha la possibilità di mettersi in mostra su uno dei più importanti palcoscenici dedicati al turismo e agli operatori del turismo, con l’obiettivo di aumentare ulteriormente la propria attrattività verso l’esterno. Dagli ultimi dati turistici regionali, inoltre, risulta come sia in significativo aumento nella nostra provincia il turismo straniero, e in questo senso il TTG non può che aiutarci ulteriormente”.

Le tre città di Destinazione Turistica – Piacenza, Parma e Reggio-Emilia – hanno presentato all’interno di uno stand, dove sono state rappresentate con suggestivi cartonati e gigantografie alcune perle del territorio, la proposta culturale per il 2020, anno in cui, con Parma Capitale della Cultura, l’intero territorio, in un’ottica sinergica, avrà la possibilità di godere di un irripetibile palcoscenico sul quale mettere in scena il meglio della propria proposta turistica e culturale.

“Piacenza – spiega a tal proposito l’Assessore Papamarenghi – grazie alla sottoscrizione del protocollo Piacenza 2020, a cui hanno subito aderito, oltre al Comune di Piacenza, la Diocesi Piacenza-Bobbio, la Fondazione di Piacenza e Vigevano e la Camera di Commercio con una sinergia che poche città hanno, ha predisposto un calendario di iniziative ed eventi di eccellenza, che va sotto il titolo di ‘Crocevia di culture’ capace di sottolineare le tante anime che arricchiscono l’offerta culturale della nostra città. Offriremo una serie di proposte che partono nel 2020 per continuare oltre rimanendo patrimonio della nostra città e metà anche futura di un turismo che ci apprezza sempre di più; mi riferisco in particolare all’inaugurazione, già con l’inizio dell’anno, di due nuovi spazi espositivi, quali l’ex Palazzo Enel oggetto di un prezioso recupero a cura della proprietaria Fondazione di Piacenza e Vigevano dove si terrà la mostra d’arte contemporanea “XNL Piacenza contemporanea” e il nuovo allestimento della “Sezione romana” presso i musei di Palazzo Farnese che oltre a fare finalmente casa adeguata a testimonianze importanti dell’epoca romana nei nostri territori riporterà a Piacenza reperti che nei decenni passati erano stati spostati in altre province anche lontane della regione (già questa è una cosa straordinaria). E, ancora, l’apertura in primavera di uno speciale percorso del complesso monastico di San Sisto per il quale fu realizzata la meravigliosa Madonna Sistina di Raffaello. Accanto a questi e altri eventi, che nella loro interezza saranno presentati da tutti gli eccezionali promotori del Protocollo, proseguirà l’impegno nella promozione della cultura enogastronomica, straordinario veicolo di marketing territoriale, che avrà un prologo d’eccezione assoluta con la presentazione della Guida Michelin in programma per il prossimo 6 novembre”.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE