Decommissioning

Centrale nucleare di Caorso: via libera per le scorie radioattive in Slovacchia

25 ottobre 2019

Stato della sicurezza sul lavoro, punto sul trasferimento dei rifiuti radioattivi, deposito nazionale: sono i punti all’ordine del giorno del Tavolo per la trasparenza sulla dismissione dell’ex centrale nucleare di Caorso, che si è svolto venerdì 25 ottobre in Provincia. L’incontro è iniziato con un collegamento in diretta con il Ministero dello Sviluppo economico.

Soddisfatta l’assessore regionale all’Ambiente Paola Gazzolo. “Ci hanno comunicato significative novità: l’autorizzazione all‘invio in Slovacchia dei 5.900 fusti di scorie a bassa e media radioattività attualmente stoccati nella centrale caorsana.  A breve verrà inoltre pubblicata la carta nazionale dei siti potenzialmente idonei ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi. Un documento importante per il territorio piacentino – ha ricordato Gazzolo -, che si aspetta che in questa carta non sia incluso il sito di Caorso, né come deposito temporaneo né permanente”.

Una intenzione, quella di non trasformare il sito di Caorso in un deposito di rifiuti radioattivi, ribadita dal sindaco di Caorso Roberta Battaglia, moderatamente soddisfatta di quanto emerso dall’incontro, ma che ha espresso perplessità per quanto riguarda la durata dei depositi temporanei.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE