Creatività

Il guanto tecnologico del piacentino Bariola premiato a Berlino

15 dicembre 2019

Un guanto che permette di pilotare a distanza macchinari e strumentazioni tecnologiche. Non è fantascienza, ma si tratta dell’invenzione dell’ingegnere piacentino Massimiliano Bariola: un’idea ignorata in Italia e premiata da un programma di finanziamento a Berlino. Quello del talentoso 47enne, infatti, è l’esempio in piena regola di una “fuga di cervelli” dal nostro Paese: “Ho scelto la capitale tedesca perché è una calamita di creatività e tecnologia. Qui – racconta Bariola – ho incontrato la mia attuale socia, che si è dimostrata davvero affascinata da un progetto di tecnologia vestibile che avevo sviluppato come esperimento nel 2015″.

Il piacentino si riferisce a “Crove”, un guanto che dota la mano di nuove capacità più in linea con la contemporaneità digitale. Senza dovere fare affidamento su smartphone, tablet o altro che distolga l’attenzione umana, “Crove” può muovere macchinari o altre tecnologie in maniera intuitiva, rapida e precisa, permettendo a chi lo indossa di risparmiare tempo e di ridurre l’esposizione ai rischi nelle attività di tutti i giorni. Funziona molto bene anche per soggetti con deficit motori o visivi”. Il “guanto dei superpoteri” ha ottenuto una borsa di sviluppo della durata di un anno dall’Università tecnica di Berlino: “Insieme al nostro piccolo team, potremo così raffinare il prototipo e il prospetto finanziario”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza