“Diffamò i consiglieri del Pd su Facebook”: piacentina patteggia due mesi

24 Gennaio 2020

Una giovane piacentina ha patteggiato una pena di due mesi e 20 giorni di reclusione per diffamazione: sul social network Facebook aveva rivolto frasi ingiuriose ai consiglieri comunali del Partito Democratico e in particolare al capogruppo Stefano Cugini.
Il giudice Luca Milani ha subordinato la sospensione condizionale della pena alla presentazione di una lettera di scuse e al versamento di una somma in denaro, nello specifico 250 euro, a un’associazione onlus della città che i dem hanno individuato nell’Emporio solidale, la struttura di via I Maggio riservata alla spesa dei piacentini indigenti.

La vicenda che ha avuto il suo epilogo in tribunale oggi, 24 gennaio, risale al febbraio 2018.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà