Alle Novate

Attori-detenuti protagonisti sul palco: “Il teatro abbatte i pregiudizi”

1 febbraio 2020

“Recitare mi aiuta ad evadere e penso sia utile per abbattere i pregiudizi che la gente ha nei nostri confronti”: a parlare sono alcuni detenuti del carcere delle Novate che hanno frequentato il corso di teatro e sono stati protagonisti dell’applaudito saggio finale andato in scena nella sala allestita all’interno della casa circondariale.

Il progetto è stato proposto da Arci che ha partecipato al bando promosso da Asp Città di Piacenza. Una quindicina i detenuti che hanno partecipato alle lezioni tenute da agosto a dicembre 2019 dall’autrice, attrice e giornalista Sabina Negri.

I partecipanti si sono esibiti portando in scena una pièce tratta dal film “Regalo di Natale” di Pupi Avati diretti da Lorenzo Loris e accompagnati alla chitarra da Simone Spreafico. La trama è incentrata su una partita a poker che rivela amicizia e tradimenti.

Al carcere delle Novate sono presenti circa 500 detenuti. Tante le iniziative con finalità rieducative, musica e teatro si uniscono a istruzione e lavoro.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza