Dalle multe autovelox, 350mila euro per la viabilità. La Provincia guarda al futuro con il Ptav

30 Settembre 2020


La Provincia di Piacenza programma il futuro che guarda oltre i confini con l’obiettivo di aumentare l’attrattività del territorio, snodo del sistema padano. Nella seduta del consiglio di mercoledì 30 settembre, il presidente Patrizia Barbieri ha presentato il Documento unico di programmazione 2021-2023 e all’ordine del giorno era prevista anche l’approvazione degli obiettivi strategici del Ptav (piano territoriale di area vasta) che sostituisce il Ptcp (piano territoriale di coordinamento provinciale).

ASSESTAMENTO DI BILANCIO – L’assemblea si è aperta con l’approvazione dell’assestamento di bilancio 2020. La Provincia ha incassato 375mila euro dai comuni per i proventi derivanti dagli autovelox e i fondi verranno destinati alla manutenzione straordinaria della viabilità. Centomilaeuro saranno stanziate per la progettazione della ciclovia Vento inserita nel piano delle opere pubbliche del 2021 (1.100mila euro dei quali 500mila finanziati dalla Regione e il resto con i fondi della Provincia); 190mila euro saranno destinate alla manutenzione straordinaria del cavalcaferrovia di Fiorenzuola. Ottantamila euro arrivati dallo Stato sono destinati alle scuole. La Provincia ha inoltre incrementato di 15mila euro le previsioni di spesa per le necessità legate allo smartworking.

DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE – Obiettivi del Documento unico di programmazione 2021-2023 sono: ricostruire e garantire la capacità operativa della Provincia e utilizzare le tecnologie digitali per migliorare l’azione amministrativa; lavorare in squadra con i comuni, programmare l’area vasta e sostenere la montagna, qualificare il sistema formativo, investire nella sicurezza delle strade. Sette i voti favorevoli al Dup, astenuta la minoranza.

PIANO TERRITORIALE DI AREA VASTA – Gli obiettivi del Piano territoriale di area vasta sono: città a misura d’uomo (qualità dei centri urbani come tratto identitario e risorsa per lo sviluppo); un territorio più competitivo perché più sostenibile, valorizzare le vocazioni del territorio, cogliere le opportunità del digitale e una mobilità efficiente, sicura e integrata. Il presidente Barbieri specifica che il Ptav è un lavoro in divenire che sarà arricchito grazie alla consultazione e al confronto con i territori che prenderà il via prossimamente come previsto dalla legge regionale. Il documento è stato approvato all’unanimità.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà