Primo workshop del Cat 2020 con la giornalista e filmaker Paola Piacenza

21 Ottobre 2020


Non solo contest di recensioni, ma anche approfondimento sulla settima arte con esperti del settore. Il Premio Cat, dedicato al critico cinematografico di Libertà Giulio Cattivelli è strutturato in due fasi fin dalla prima edizione: il concorso di recensioni, rivolto a ragazzi tra i 16 e i 26 anni, è già aperto e si chiuderà il 15 novembre (info al sito cinemaniaci.org), e i workshop tematici, iniziati al Liceo Gioia, che ha ospitato Paola Piacenza con un appuntamento dedicato al “Cinema della realtà”.
Critico cinematografico, giornalista del Corriere della Sera e Io Donna, Paola Piacenza è anche autrice di documentari che hanno esplorato il tema della frontiera: il suo primo lavoro, “The Land of Jerrry Cans” (2009), girato al confine tra Iran e Iraq, è stato in concorso al New York Independent Film and Video Festival e selezionato al Festival dei Popoli (premio Ucca – Venti città), mentre “In nessuna lingua del mondo”, presentato al SalinaDocFest nel 2011, racconta due realtà di confine, l’enclave russa di Kaliningrad e la regione di Tropoje in Albania”, e “In uno stato libero” (Menzione Speciale al Premio Solinas per il documentario) è stato girato nel sud Tunisia nel 2011, lungo la frontiera libica durante e dopo la Primavera Araba.
Il prossimo appuntamento sarà il 22 ottobre con il direttore della Mostra del Cinema di Venezia Alberto Barbera, che esplorerà l’opera di uno dei cineasti più importanti della storia con “Zero in condotta. Il cinema di François Truffaut”.
Tutti i workshop sono accessibili tramite link diretto dal sito e dai canali social dei Cinemaniaci: per seguire l’incontro sarà sufficiente avere scaricato Microsoft Teams.
Il Premio Cat è organizzato da Cinemaniaci Aps in collaborazione con Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Libertà e Editoriale Libertà in qualità di Media Partner.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà