Concorso “Bettinardi”: il nu-jazz dei Duck Juice diventa un Cd

14 Dicembre 2020

“Un segno di vitalità e presenza” dice Angelo Bardini, vicepresidente del Piacenza Jazz Club. E dice bene, relativamente alla recentissima pubblicazione di un album registrato all’Elfo Studio di Tavernago, prodotto direttamente dal concorso nazionale “Chicco Bettinardi” che da 17 anni promuove i giovani talenti del jazz italiano in abbinamento al Piacenza Jazz Fest. Lo storico concorso musicale si è infatti arricchito quest’anno di una nuova sezione dedicata alle band emiliano romagnole con un repertorio originale pronto da incidere, questo grazie al sostegno triennale derivante dalla preziosa “Legge musica” promulgata dalla Regione nel 2018.

Ecco, i ferraresi Duck Juice, trionfatori della neonata sezione del concorso alle selezioni di febbraio al Milestone, possono finalmente presentare l’album “House made of sticks”. Un concentrato strumentale di melodia e “ritmi urbani”, dal forte spirito “black” con tante strizzate d’occhio al rock, hip-hop e “fusion”. “E’ l’incontro di cinque personalità, frutto di un’evoluzione iniziata nel 2012” dice il tastierista Lorenzo Locorotondo. E dare un ascolto ai Duck Juice su Spotify o Bandcamp non costa nulla.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà