In tre anni

Bilancio di previsione, la Provincia stanzia 40 milioni di euro in opere

22 dicembre 2020

Un piano triennale da 40 milioni di euro per migliorare viabilità (25 milioni) ed edilizia scolastica (15 milioni). La provincia di Piacenza
risponde così alle sfide della fase post-covid scommettendo su un miglioramento della situazione economica già dal 2021. Forte di un
bilancio in equilibrio, raggiunto in un 2020 delicatissimo anche grazie ai ristori arrivati dallo Stato che hanno compensato il minor gettito di entrate (17 milioni e 350 mila contro i 21 milioni e 600 del 2019), si prevede già dal 2021 anche un incremento delle spese per il personale che comporterà un leggero incremento del numero di
dipendenti per l’ente di via Garibaldi. Novità anche sul fronte delle partecipate: confermato l’impegno della provincia per Piacenza Expo eAgenzia Tempi, “salta” invece la collaborazione con la Faggiola Srl, ritenuta non più essenziale ai fini istituzionali dell’ente.

Introdotto infine il canone “unico” con tariffa standard di 20 euro annui e 0,60 euro giornalieri, che andrà a riunire in una sola forma di prelievo le entrate relative all’occupazione di aree pubbliche,
inclusa la concessione per l’occupazione dei mercati e la diffusione di messaggi pubblicitari.

Provvedimenti votati, tutti all’unanimità, con plauso dei consiglieri di opposizione per un percorso di condivisione di obiettivi comuni che
va a rispondere positivamente alle esigenze urgenti manifestate dal territorio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE