Comune di Piacenza

“Grandi progetti per ripartire”. Tra bilancio di fine anno e opere future

30 dicembre 2020

Tradizionale bilancio dell’amministrazione comunale, presentato dal sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, che per via telematica ha incontrato i giornalisti per una fotografia consuntiva dell’anno che si conclude e preventiva per il 2021.

“E’ stato un anno condizionato dalla pandemia nei suoi aspetti fondamentali: sociale, lavoro e salute” ha esordito il primo cittadino, proseguendo con l’elenco di tutti gli investimenti e i lavori svolti.

Dalle opere più semplici, come la posa di nuovi lampioni, a quelle più consistenti e strategiche – in primis la futura università di Medicina in lingua inglese capace di attirare 600 studenti da tutto il mondo – “la progettualità di assessori, consiglieri e dipendenti di palazzo Mercanti è sostenuta da un modello di lavoro fondato sulla volontà di non fermarsi e di fare squadra – ha proseguito Barbieri – sia all’interno degli apparati comunali sia verso enti esterni come categorie professionali, Provincia, Regione e ministeri, consentendo ad esempio di portare a casa 6,3 milioni di fondi per l’emergenza covid”.

Barbieri ha sottolineato anche il forte sostegno alle giovani generazioni, viste come risorse del futuro, che si concretizza nell’incubatore e acceleratore d’impresa PiacenzUp, oltre all’idea di Campus scolastico da sviluppare nella vasta area dell’ex laboratorio Pontieri.

Le partite importanti, già iniziate e che potrebbero trovare una quadra nel 2021 o negli anni futuri riguardano l’ex mercato ortofrutticolo, da leggere in un’ottica più ampia “che si integra con l’area di Terrepadane di via Colombo per la quale – spiega – forse siamo a buon punto per la formalizzazione di un progetto che verrà sottoposto ai consiglieri”; e poi l’intervento nella ex manifattura tabacchi in corso di realizzazione, la nuova rotatoria di Pittolo e la piazza di Gerbido; la riqualificazione di cascina San Savino davanti a Piacenza Expo, la metro leggera, l’evoluzione del polo del ferro e le partite di ex ospedale militare e Pertite. Grandi opere che potrebbero consentire di dare un volto nuovo alla città.

Anche l’innovazione di servizi comunali al cittadino troverà uno sviluppo nel prossimo anno, con il 90% delle pratiche che potranno essere svolte online.

Il primo cittadino ha anche parlato dell’emergenza neve di questi giorni, dicendosi dispiaciuta per quanto accaduto, nonostante l’eccezionalità della nevicata di 40 cm in 8 ore e l’impegno di tutte le risorse sul territorio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE