Crisi economica

Concordato per la Mandelli, arriva il commissario. Partita la cassa straordinaria

26 gennaio 2021

Alla Mandelli di Piacenza, in questo periodo lavorano quindici dipendenti mentre settanta sono in cassa integrazione straordinaria dal mese di dicembre per un anno. Sull’azienda, nell’anno del Covid, ha pesato in particolare il blocco delle attività aerospaziali.
La realtà piacentina, titolare di un marchio di prestigio nel campo delle macchine utensili, ha imboccato la strada del concordato “in bianco” e, a breve, è attesa la nomina del commissario. Mandelli Sistemi Spa dovrà presentare – entro un tempo che va dai 60 ai 120 giorni al massimo – un piano vero e proprio per uscire dalla crisi. Sarà il Tribunale ad ammettere il soggetto alla procedura, oppure dichiarare inammissibile la proposta, aprendo la strada al fallimento.
Ieri, 25 gennaio, si è svolto un incontro in azienda, presenti Luigi Bernazzani (Fim Cisl), Andrea Cignatta (Uilm Uil) e Marco Carini (Fiom Cgil), le Rsu, Paolo Astorri per Confindustria e Michele Re (responsabile risorse umane per Mandelli).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE