Domenica in streaming gratuito va in scena “Il piccolo re dei fiori”

12 Febbraio 2021

Tutto pronto al Teatro Filodrammatici per l’attesa “prima” in live streaming gratuito de “Il piccolo re dei fiori”, il nuovo spettacolo di Teatro Gioco Vita realizzato in coproduzione con il Balletto di Roma che avrebbe dovuto esordire il 20 marzo dell’anno scorso. L’appuntamento sarà invece domenica 14 alle ore 18 sulle pagine social e i siti web dei due centri teatrali (www.teatrogiocovita.it/live-teatro) dove resterà visibile per 24 ore.

Pandemia e chiusure hanno sconvolto i piani ma “sentivamo di non poter più rimandare, a costo di rinunciare al debutto con il pubblico – spiega il regista Fabrizio Montecchi – perché dopo la depressione autunnale e la rassegnazione ora c’è bisogno di riscatto. Il compito degli artisti è offrire speranze e opportunità, innescare uno scatto nella società”.

Lo spettacolo, tratto dall’omonimo libro illustrato della grande artista ceca Květa Pacovska e portato in scena dai giovanissimi talenti della danza Isabella Minosi e Marcello Giovani, si traduce in una fiaba (rivolta non solo ai bambini e alle famiglie ma anche agli adulti) per musica, danza e ombre, che celebra il cinquantenario del centro di produzione teatrale piacentino diretto da Diego Maj e i 60 anni (compiuti nel 2020) del Balletto di Roma.

“E’ un ritornare a casa, per me – osserva il coreografo Valerio Longo – ho già collaborato in passato con Montecchi e agli spettacoli del Gioco Vita “Il cielo degli orsi” e “Moun”. Ci mettiamo in un proficuo stato di connessione dei linguaggi. Dal punto di vista coreografico ho adottato uno sguardo molto vivo, come effettivamente è quel bimbo dentro di me che continua a vedere il mondo che gli ruota intorno”.

La trama ruota attorno al tema della ricerca della felicità. Il re solitario ama il suo giardino, ha le tasche piene di bulbi di tulipano ma gli manca qualcosa. Un giorno nella luce del mattino sente una voce sottile provenire da un fiore. E’ una piccola principessa, di fronte alla quale il re pieno di meraviglia si chiede: “è forse lei che ho tanto a lungo cercato?”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà