Le eccellenze guardano all’Expo di Dubai. Groppi: “Occasione di rilancio”

18 Febbraio 2021


Tra gli eventi rinviati nel 2020 a causa della pandemia c’è anche l’Esposizione Universale di Dubai, la prima in un Paese arabo. L’atteso appuntamento è slittato all’autunno di quest’anno e si svolgerà dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022. Sei mesi fondamentali per l’economia messa in ginocchio dal Covid. Il tema di Dubai 2020 è “Connecting minds, creating the future” (“Collegare le menti, creare il futuro”) e tre sono le sottocategorie: mobilità, sostenibilità e opportunità.

La creatività italiana caratterizzerà il Padiglione Italia che ha scelto come tema “La bellezza che unisce le persone”. Dopo aver partecipato alle esposizioni in Giappone, Cina e ovviamente alla più recente di Milano, la Regione Emilia Romagna avrà uno stand nei mesi di gennaio e febbraio negli Emirati Arabi. I macroargomenti scelti dalla Regione sono il cambiamento del modello, la tenuta sociale e la sostenibilità ambientale.

“Il sistema Confindustria è partner importante del progetto – fa sapere Luca Groppi, direttore di Confindustria Piacenza -, stiamo lavorando in sinergia con la Regione e stiamo fornendo alle imprese informazioni sulle modalità di partecipazione. Seguendo quanto avvenuto all’Expo di Milano, vogliamo intervenire in modo organizzato come territorio e l’idea è quella di una partecipazione collettiva, stiamo pensando a una missione nei primi mesi del prossimo anno”.

“Guardiamo a tutti i settori – prosegue Groppi -, prioritaria la meccanica ma anche le eccellenze, pensiamo all’alta gamma per i settori alimentare, nautico e del design interno (la delega è affidata a Erika Colla). Per queste imprese, l’Expo rappresenta una grossa opportunità perché l’Italia punterà sulla bellezza e la creatività. Piacenza può dire la sua, abbiamo eccellenze in ogni settore e il nostro obiettivo è comunicare la capacità di fare. L’Expo è un’importante vetrina che ci fornisce questa opportunità”

In base agli studi dell’associazione, a metà 2021 la ripartenza potrebbe essere più robusta. “Faccio mio l’auspicio assessore regionale Vincenzo Colla che ha definito l’Expo un trampolino per il rilancio – conclude il direttore di Confindustria Piacenza -. Riteniamo però che tutto sia condizionato a una veloce ed efficace campagna vaccinale”.

La Regione Emilia Romagna ha avviato un bando per sostenere le imprese che intendono partecipare all’Expo Universale. Per aderire c’è tempo fino al 15 aprile.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà