Attrice e regista

Teatro piacentino in lutto per la scomparsa di Elsa Castellini

20 febbraio 2021

Lutto nel mondo teatrale piacentino. E’ scomparsa Elsa Castellini, storica attrice e regista, con alle spalle molti anni di attività alla Società Filodrammatica Piacentina, oltre che alla Famiglia Piasinteina e, negli ultimi anni, alla Filodrammatica Turris, dove aveva diretto il suo ultimo spettacolo poco più di un anno fa. Figlia d’arte, il padre di Elsa era il famoso regista Nino Castellini e fu lui a portarla, sin da bambina, in palcoscenico e dietro le quinte. Lei scoprì un mondo che era il suo e decise che non lo avrebbe abbandonato mai più, dirigendo e talvolta interpretando commedie in dialetto piacentino, tra cui il grande classico di Carella “Oh, che ratassada!” (nel 2000) ma anche affrontando testi impegnativi di autori come Samuel Backett e Dario Fo.
La notizia della sua scomparsa ha immediatamente riempito di un vasto cordoglio i social: tantissimi sono, infatti, gli amici e colleghi attori e registi che hanno lavorato insieme ad Elsa Castellini, una donna, ancora prima che un’artista, molto colta e nello stesso tempo umile, sempre disponibile e generosissima. Avida lettrice, amante dell’arte, Elsa era anche impegnata in San Dalmazio nel Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani. Tutta la sua vita è stata la testimonianza dell’amore per il teatro e per il prossimo, al quale ha lasciato un grande insegnamento. Lascia le amate figlie Grazia e Barbara, che le hanno messo, come ultimo dono, tra le mani un libro di Achille Campanile.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza