Cultura per il rilancio. I cavalli del Paladino andranno a Palazzo Farnese

26 Febbraio 2021

La cultura al centro della ripresa e del rilancio della città di Piacenza. Questo il tema affrontato durante la trasmissione “Nel mirino”, condotta da Nicoletta Bracchi, direttore di Telelibertà e Liberta.it, affiancata da Eleonora Bagarotti, giornalista di Libertà. Ospiti lo storico dell’arte e saggista Eugenio Gazzola, vicepresidente della Galleria d’arte moderna Ricci Oddi; Jonathan Papamarenghi, assessore alla Cultura, al Turismo, alla Scuola e ai Progetti europei del Comune, e l’architetto Carlo Scagnelli, direttore artistico della Galleria Biffi Arte.

Tra gli argomenti affrontati il Progetto Klimt, legato al rilancio della Galleria Ricci Oddi, le iniziative in streaming di successo, molto seguite durante il lockdown – da quelle letterarie alle mostre su Instagram – e l’ipotesi della riapertura dei Musei civici del Farnese il 10 aprile mentre, per quanto riguarda la Galleria Biffi Arte, si auspica la data del 26 marzo per poter visitare ancora la mostra di Ludovico Mosconi ed inoltre esporre un centinaio di incisioni del grande maestro tedesco Dürer, come ha annunciato l’architetto Scagnelli.
L’assessore Papamarenghi ha infine annunciato che i Cavalli di Paladino, donati dall’artista alla città, troveranno la loro sede nel cortile di Palazzo Farnese, dove si terranno anche molti eventi e performance, e una serie di opere di Paladino andrà ad arricchire il percorso dei visitatori dei Musei civici.

Eugenio Gazzola ha poi affrontato, in un interessante confronto con gli altri ospiti, l’importanza della comunicazione, che avrà un ruolo determinante per il rilancio, anche culturale, della città, precisando che, per ragioni pratiche tra cui la messa in opera del sistema di aria condizionata, non c’è ancora una data certa per la riapertura della Galleria Ricci Oddi, che tuttavia sta già lavorando alla serie di iniziative legate al “Ritratto di Signora” di Klimt ed altri progetti altrettanto interessanti.

Nel corso del programma ha infine trovato spazio anche l’importanza della musica e del sostegno dei giovani artisti e operatori culturali, molto presenti nella nostra città, tanto che – ha annunciato in anteprima l’assessore Papamarenghi – presto le piazze, le strade e i cortili piacentini ospiteranno concerti ed esibizioni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà