Debutta la prevenzione a “I giovedì della medicina” con l’oncologo Luigi Cavanna

05 Maggio 2021

Prevenzione sotto i riflettori con il rinnovato format “I giovedì della medicina” di Telelibertà. Dopo l’avvio diretto dal gastroenterologo Fabio Fornari, la trasmissione riprende ora in una nuova veste: direttore scientifico del programma è Luigi Cavanna, primario del reparto di Oncoematologia dell’ospedale di Piacenza e pioniere delle cure precoci a domicilio contro il Covid con le cosiddette Usca (unità speciali di continuità assistenziale). Si parte giovedì, 6 maggio, alle 20.15 su Telelibertà con la conduzione della giornalista Marzia Foletti: la trasmissione che si avvale del sostegno di “Asia Ambiente Sicurezza e Salute”, andrà in onda tutti i giovedì di maggio e di giugno fino all’8 luglio compreso.

“L’intenzione è quella di puntare soprattutto sulla prevenzione delle principali malattie – spiega Cavanna – tante saranno le patologie prese in esame: dalle cardiovascolari a quelle neurologiche, dalle respiratorie a quelle infettive”.

Nello specifico la prima puntata si concentrerà sul tumore alla mammella: “Una patologia frequente, anzi direi il tumore più frequente nella donna e la prima causa di morte oncologica per l’universo femminile – la definisce Cavanna – a Piacenza ogni anno registriamo circa 350 nuovi casi di tumore al seno. Va detto però che la sopravvivenza a cinque anni tende ad aumentare e in Italia è di oltre l’87 per cento, superiore dunque alla media europea”.

A parlarne in trasmissione saranno l’oncologo Massimo Ambroggi e il direttore della Breast Unit dell’ospedale di Piacenza, Dante Palli.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà