Ricci Oddi, raddoppiato il record degli ultimi 20 anni. Ampliato l’orario

05 Maggio 2021

Il ritorno del Klimt alla Galleria Ricci Oddi ha colpito nel segno: gli ingressi sono stati così numerosi da indurre l’ampliamento degli orari di apertura della galleria.

“Nonostante le restrizioni imposte dalle normative anti Covid – si legge nella nota della Galleria – che per garantire la massima sicurezza prevedono ingressi con numeri contingentati e prenotazione obbligatoria nel weekend, si è quasi raddoppiato il record di incassi giornaliero registrato negli ultimi vent’anni, a testimonianza del fatto che l’interesse per la riapertura della Galleria e l’amore per questo luogo del cuore sono vivi e forti. I visitatori, numerosissimi, hanno espresso il loro positivo apprezzamento per la collezione e per la Galleria che sta affrontando un percorso che ne vedrà aggiornamento e crescita anche nelle prossime settimane, visto l’incremento costante delle prenotazioni.

L’entusiasmo e l’interesse dei visitatori si è riscontrato anche in un inusuale acquisto di volumi dal bookshop della Galleria, che si è arricchito, in questi ultimi giorni, anche di due nuove importanti pubblicazioni: “Giallo Klimt” di Giorgio Lambri e de “La Modella di Klimt” di Gabriele Dadati.

Lostraordinario riscontro di pubblico, ci invita ad accogliere il maggior numero di visitatori possibile, pertanto ci si è mossi affinchè, fin dal prossimo fine settimana, sia ampliata, grazie ad un nuovo orario continuato (Sabato e domenica: 9.30 – 18.00 solo su prenotazione), l’apertura della Galleria (Sabato e domenica: 9.30 – 18.00 solo su prenotazione). A ciò verrà affiancato anche un servizio di visite guidate gratuito, compreso nel ticket d’ingresso, in partenza ogni ora, fino ad esaurimento posti. (Grazie alla collaborazione di Altana).

La Galleria è pronta, quindi, anche per nuovi progetti già in pista, che si prevede di far partire assieme ad una specifica campagna promozionale e pubblicitaria, già dal mese di giugno, contando su restrizioni meno rigide, che consentiranno quindi di accogliere il maggior numero di persone.

Altro elemento estremamente positivo rilevato in questi giorni è il fatto che dei molti visitatori che ci hanno raggiunto la Galleria, in buona parte da altre province ed altre regioni, in tanti hanno proseguito la visita anche in altri musei del circuito cittadino, acquistando il biglietto unico cumulativo, a vantaggio della rete museale cittadina”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà