L’Orchestra Farnesiana e Stefania Rocca nel primo weekend di “Estate Farnese”

12 Giugno 2021

Gioco, giocoleria e magia. Cinema, circo e teatro. Comicità, ironia e fantasia, con sguardo fattivo e concreto sui processi di inclusione e sviluppo sociale delle cosiddette “fasce deboli” della nostra comunità. Questi i binari sui quali si è mossa ieri, venerdì 11 giugno, la seconda serata dell’Estate Farnese, la stagione culturale approntata dal Comune nel cortile di Palazzo Farnese.

Erano di scena Assofa, Matita Parlante, Manicomics e Concorto, in rete attorno al progetto “Intrecci. Io, tu e gli altri”, cortometraggio presentato da Mauro Mozzani e Agostino Bossi di Manicomics in prima nazionale, con protagonisti i ragazzi e gli utenti dei centri e delle associazioni coinvolte da Assofa. E non è mancato lo spettacolo, in diverse forme, con emozioni da lasciare a bocca aperta grazie anche alla speciale partecipazione dell’acrobata del Cirque du Soleil, Aurelie Dauphin.

Stasera, sabato 12, il cartellone prevede dunque alle 21 il concerto dell’Orchestra Farnesiana promosso dall’associazione Pierluigi Bricchi in memoria delle vittime del Covid, su musiche di Vivaldi, Mozart, Mascagni e Bach e sotto la direzione di Antonio De Lorenzi e Andrea Bricchi con i solisti Marco Fornaciari, Leonardo Colonna e Lorenzo Missaglia.

Domani, domenica 13 alle ore 21.30, il palcoscenico sarà invece tutto per l’attesissima Stefania Rocca, in trio con i pregevoli jazzisti Raffaele Casarano al sax e Antonio Fresa al piano. Intoneranno “Preghiera in mare”, una suite di musiche e teatri, un racconto delicato ed emozionale cucito attorno ad alcuni grandi testi contemporanei che parlano di migranti e libertà dell’uomo con un particolare sguardo alla condizione femminile.

Rocca è la prima, attesissima fra le “Klimt’s ladies” invitate da Coop Fedro per questa nuova propaggine cittadina del Festival “Dal Mississippi al Po”, eterogenea rassegna d’artiste e musiciste che proseguirà con altri 4 notevoli eventi al Farnese sino all’11 luglio.

Ogni serata è preceduta alle 18 da un incontro con le artiste intervistate da altrettante giornaliste italiane (con la Rocca: Francesca Parenti) nel chiostro della Galleria Ricci Oddi (massimo 30 persone), con Gabriele Dadati a far gli onori di casa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà