Ci sono tre piacentini in corsa per diventare il manager italiano dell’anno

14 Giugno 2021

Sono focalizzati sulle risorse umane, dotati di curiosità, con una solida famiglia alle spalle e sono molto veloci nelle decisioni da prendere, naturalmente hanno curricula invidiabili che li sostengono. Ecco i tratti comuni e vincenti dei tre piacentini in gara per la finale del premio nazionale Giovane Manager dell’anno 2020, si saprà solo ad ottobre il vincitore dopo la sfida della finalissima a Roma. In lizza per noi Francesco Bracchi, 42 anni, che vive a Gragnano Trebbiense e lavora in Imi Orton; Alessandra Todisco, 43enne brindisina, ma piacentina d’adozione, attiva in Sivam, e Paolo Molinaroli, 41 anni, di Piacenza, operativo in Musetti. Il premio è dedicato agli iscritti di Federmanager che abbiano meno di 44 anni e ha come obiettivo la valorizzazione del ruolo e il riconoscimento delle competenze dei giovani dirigenti.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà