Le consultazioni di Reggi per il “piano di rinascita” piacentina post Covid

07 Luglio 2021

Roberto Reggi

Si chiama tecnicamente Documento di pianificazione pluriennale (Dpp). Ma nelle intenzioni del presidente Roberto Reggi, del cda e del consiglio generale, dovrà essere “un piano per la rinascita” verso una nuova normalità. “Una sorta di Piano strategico post Covid”.

E’ un approccio corale e partecipativo quello voluto dalla nuova governance della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Diversamente dalla prassi in voga in passato, Reggi ha voluto coinvolgere direttamente i 13 enti designanti nella fase preliminare di stesura del programma triennale dell’ente di via Sant’Eufemia che sarà pronto per l’autunno. Reggi, insieme con la sua squadra, ha già incontrato il vescovo Adriano Cevolotto (rappresentante della Diocesi) i rappresentanti della Camera di commercio, dell’associazione La Ricerca, del conservatorio Nicolini, la sindaca e presidente della Provincia Patrizia Barbieri e i sindaci del territorio. Nei prossimi giorni sono già in agenda ulteriori confronti con Università Cattolica, Politecnico, mondo del volontariato piacentino e gli enti e associazioni vigevanesi. Reggi ha voluto ascoltare anche gli assessori regionali Vincenzo Colla e Irene Priolo e il direttore generale dell’Ausl di Piacenza Luca Baldino.

IL SERVIZIO COMPLETO DI MARCELLO POLLASTRI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà