Sottomura, nuovo gestore in vista per i campi da bocce

11 Luglio 2021

Dovrebbe essere spianata la strada per l’aggiudicazione del tormentato appalto del Comune per la gestione del sottomura con il bocciodromo, la pista di pattinaggio e il chiosco bar Old Facsal con sottostante ristorante. Uno dei due concorrenti in lizza, la società Centro Facsal di Mario Cappelletti che ha gestito sin qui la struttura comunale, è stato escluso dalla commissione di gara. In campo rimane perciò solo la Baronetto dell’imprenditore Carlo Becciu. Il motivo dell’esclusione della Centro Facsal lo spiega Cappellotti: “Nella proposta sportiva abbiamo inserito la necessità di qualche importante interventi strutturali per ridare agibilità alla tribuna del bocciodromo così come alla scala di collegamento tra il chiosco in alto e il locale nel sottomura, interventi indicati come in capo al Comune e volti a ripartire con l’attività sportiva dall’estate 2022 visto che per quella attuale siamo ormai fuori tempo massimo e come si fa a organizzare gare di bocce senza la tribuna a disposizione. Il problema è che tali opere e le conseguenti spese andavano a impattare negativamente sul piano economico finanziario e questo ha costituito motivo di esclusione dalla gara”.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà