Ptav, la Provincia guarda al futuro. Nel 2035, 30mila residenti attivi in meno

13 Luglio 2021

Il territorio piacentino guarda al futuro. Alla sede della Provincia, in via Garibaldi, si sono radunati gli amministratori dei Comuni per l’avvio degli incontri dedicati al Piano territoriale di area vasta, il nuovo Piano provinciale che sostituirà il Ptcp. Definire gli indirizzi strategici e individuare le modalità di realizzazione è quanto richiesto a tutti i partecipanti.

“Il punto di partenza del documento di obiettivi strategici approvato a settembre dal consiglio provinciale per l’elaborazione del Ptav è la collocazione del nostro territorio nel bacino padano – ha specificato il presidente della Provincia, Patrizia Barbieri -. Piacenza è un “territorio snodo” che, pur essendo in Emilia, deve tenere conto della vicina area metropolitana di Milano”

Barbieri ha aggiunto che gli obiettivi strategici cercano coniugare tre concetti chiave:
“Eccellenza, per emergere nel panorama delle altre città medie del bacino padano e sviluppare la capacità di attrarre risorse umane, imprenditoriali, turisti e poi sostenibilità e resilienza, in linea con gli orientamenti che ci derivano dalla legge regionale e dalle indicazioni delle politiche nazionali e dell’Unione Europea, e dalla necessità di rispondere alla sfida ambientale e del cambiamento climatico. Ma anche sulla base della consapevolezza che la qualità ambientale, assieme alle risorse della cultura, dell’enogastronomia, del paesaggio, possono rappresentare per Piacenza un ulteriore elemento di caratterizzazione rispetto ad altre realtà”.

Il direttore generale della Provincia di Piacenza, Vittorio Silva, ha sintetizzato natura, contenuti e finalità del Ptav e ha indicato luci ed ombre dell’attualità e delle prospettive del nostro territorio, analizzato da numerose angolazioni: tra i dati più significativi, la proiezione al 2035 della popolazione indica un calo di ben 30.000 residenti in età di lavoro, con le enormi ricadute che ciò potrebbe comportare da ogni punto di vista.

Perchè il Ptav sia un piano pienamente condiviso, la Provincia ha chiesto ai Comuni di presentare contributi scritti entro fine mese.
Quello di oggi è il primo di una serie di incontri con i rappresentanti del territorio per delineare le priorità dei prossimi anni attraverso il Piano territoriale di area vasta.

PTAV PIACENZA CONSULTAZIONE PRELIMINARE TUTTE LE INFORMAZIONI

SLIDE PIANO TERRITORIALE AREA VASTA

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà